Blog | Privacy |
in tw

News
Domenica 31 Gennaio 2021
Strage di Lockerbie: condannato all'ergastolo uno degli attentatori

Il 31 gennaio 2001 nella base aerea di Soesterberg, chiamata Camp Zeist (in olandese Kamp van Zeist), che si trova al centro dei Paesi Bassi 14 km ad est di Utrecht e presso il campo di battaglia di Austerlitz  si tiene il processo per la strage di Lockerbie del 21 dicembre 1988.  E’ una vecchia base della NATO con un'estensione di 10 ettari; oggi é la sede del museo olandese dell'aeronautica. Dopo lunghe trattative che coinvolgono anche l'ONU si decide di far svolgere il processo in territorio olandese  Il processo si tiene nei Paesi Bassi non in base alle clausole del diritto internazionale, ma a seguito di un accordo.  Ciò si é rende necessario poiché entrambe le parti, da una parte la Libia e dall'altra Scozia, Stati Uniti e Gran Bretagna, ritenngono un processo svolto nella parte avversa non imparziale. Perciò si decide di esperire il dibattimento in un luogo "neutrale".   Il luogo viene scelto per la sua lontananza da centri abitati e per la presenza di alcuni fabbricati che dopo il riadattamento avrebbero ospitato le centinaia di persone coinvolte con il processo.  Con la risoluzione 1192 del 27 agosto 1998, il Consiglio di Sicurezza dell'ONU chiede alla Gran Bretagna e ai Paesi Bassi di operarsi al più presto per un accordo che facilitasse l'apertura del processo. Appunto il 31 gennaio 2001 i giudici del tribunale speciale scozzese - che in base alla legge scozzese, poiché lo scoppio della bomba avviene nello spazio aereo della Scozia in base al principio giuridico domus delict - emettono  la loro sentenza. L’imputato libico Abdel Basset al-Megrahi viene riconosciuto colpevole per la strage ed è  condannato all’ergastolo. Al-Megrahi dovrà scontare almeno 20 anni in un carcere scozzese. L’altro imputato al-Amin Khalifa Fahimah è invece assolto e può lasciare l’aula da uomo libero. Inizia il 3 maggio 2000 il processo ai due accusati dell'atto terroristico avvenuto il 21 dicembre 1988 e costato la vita a 270 persone: 259 a bordo, di cui 16 membri dell’equipaggio, e 11 a terra.

© 1987–2013 Agenzia Calendario | Partita IVA 09085210152 | Contatti
Powered by Energia Web | Hosting by Jonata Ltd