Blog | Privacy |
in tw

News
Martedì 12 Gennaio 2021
Muore lo scrittore Vasco Pratolini

Il 12 gennaio 1991 muore a Roma lo scrittore Vasco Pratolini dopo un silenzio narrativo durato 25 anni.  Pratolini nasce il 19 ottobre 1913 a Firenze, di famiglia operaia deve interrompere gli studi per svolgere diversi mestieri. Autodidatta, entra in contatto con gli artisti e scrittori che frequentano la casa del pittore Ottone Rosai. Durante il fascismo Pratolini è impiegato presso la direzione generale delle Belle Arti e poi insegna storia dell'arte negli istituti superiori fino al 1952. Collabora con il periodico "Il Bargello", e nel 1938 diventa redattore insieme a Alfonso Gatto della rivista "Campo di Marte". Tra la fine degli anni '40 e gli inizi degli anni '50 svolge una fortunata attività di sceneggiatore e soggettista cinematografico, collaborando con i registi Visconti, Rossellini, Bolognini, Zeffirelli, Emmer, Zurlini. Dal 1951 si stabilisce a Roma. Vicino alle posizioni della sinistra e del PCI, nel 1956 è tra quanti si pronunciano contro la repressione sovietica in Ungheria. Tra le sue opere, "Le ragazze di San Frediano"(1949), "Cronache di poveri amanti" (1947), "Metello" (1955), primo romanzo della trilogia "Una storia italiana", completata da "Lo scialo" (1960) e da "Allegoria e derisione" (1966).

© 1987–2013 Agenzia Calendario | Partita IVA 09085210152 | Contatti
Powered by Energia Web | Hosting by Jonata Ltd