Blog | Privacy |
in tw

News
Mercoledì 13 Maggio 2020
Approvato l'atto costitutivo del Banco di Roma

Il 13 maggio 1880 a Roma un Regio Decreto approva l'atto costitutivo e lo Statuto del Banco di Roma che, costituito il 9 marzo 1880 sotto forma di società anonima per azioni con un capitale di 6 milioni di lire, raccoglie i fondi della Santa Sede, delle congregazioni religiose, di nobili e di borghesi romani ex clienti della banca francese Union Génerale. Nel 1937 il Banco di Roma diventa banca d'interesse nazionale, con la Banca Commerciale Italiana e il Credito Italiano. Le tre banche di interesse nazionale nel 1946 promuovono la costituzione di Mediobanca e nello stesso tempo il Banco acquisisce il Credito fondiario. Nel 1991, il pacchetto di controllo del Banco passa dall'IRI alla Società Italiana di Partecipazioni Bancarie, controllata dall'IRI e dall'Ente Cassa di Risparmio di Roma che deteneva il 65% del capitale. L'operazione, effettuata in attuazione della terza fase del progetto di ristrutturazione presentato dalla Cassa di Risparmio di Roma al ministro del Tesoro, il 13 febbraio 1991, porta, a partire dall'1 agosto 1992, alla nascita della Banca di Roma.

© 1987–2013 Agenzia Calendario | Partita IVA 09085210152 | Contatti
Powered by Energia Web | Hosting by Jonata Ltd