Blog | Privacy |
in tw

News
Venerdì 01 Maggio 2020
Nasce lo scrittore e uomo politico Ignazio Silone

L'1 maggio 1900 nasce a Pescina (l'Aquila) lo scrittore e politico Ignazio Silone. Il 13 gennaio 1915 nel terremoto di Avezzano Silone perde numerosi familiari, tra cui la madre. Viene mandato in un collegio dal quale fugge e trova asilo da Don Orione che lo manda in un collegio di San Remo. Dopo un successivo trasferimento al collegio San Prospero di Reggio Calabria, Silone abbandona gli studi e, nel 1917, va a Roma dove si iscrive all'Unione giovanile socialista. Nel 1919 diventa segretario dell'Unione socialista romana e successivamente, nel 1921, con Gramsci e Bordiga, è tra i fondatori del Partito Comunista d'Italia. Antifascista, Silone è costretto all'esilio in Svizzera, prima a Lugano e poi a Basilea ma nel 1931 viene espulso anche da questo Paese. Rientra in Italia solo il 13 ottobre 1944 e l'anno successivo viene nominato direttore dell'edizione romana dell'"Avanti!". Nel 1946, fonda e dirige il periodico "Europa socialista". Dopo una vita dedicata alle lotte sociali e politiche e alla letteratura, il 22 agosto 1978 Silone muore in una clinica di Ginevra (Svizzera) . Lascia una ricca produzione letteraria con opere come "Fontamara" (1930), "Vino e pane" (1936), "La volpe e le camelie" (1960), "L'avventura di un povero cristiano" (1968), oltre a numerosi saggi, opere teatrali, manoscritti e carteggi. Silone riceve numerosi premi tra i quali una Legion d'Onore (Francia, 1973), la nomina a Cavaliere della Repubblica (1973), la Penna d'Oro della Presidenza del Consiglio dei ministri, (1973), e il Premio Campiello d'oro dei Vent'anni, postumo, (1982).

© 1987–2013 Agenzia Calendario | Partita IVA 09085210152 | Contatti
Powered by Energia Web | Hosting by Jonata Ltd