Blog | Privacy |
in tw

News
Giovedì 16 Aprile 2020
Muore l'architetto statunitense Richard Neutra, sperimenta nuove tecniche e materiali costruttivi

Il 16 aprile 1970 a Wuppertal (Germania) muore l'architeto Richard Neutra. Richard JOsef Neutra nasce l'8 aprile 1892 a Vienna (Austria). Nel 1923 si reca negli Stati Uniti e lavora prima a Chicago (Illinois, Usa) con William Halabird e Martin Roche e poi con Frank Lloyd Wright a Taliesin. Con Rudolf Schindler collabora in importanti progetti, tra cui quello presentato nel 1927 in occasione del concorso di architettura per la costruzione del Palazzo delle Nazioni a Ginevra (Svizzera). Nel 1926 apre il suo studio e tra i primi lavori eseguiti (1926/27) c'è il complesso residenziale Jardinette a Los Angeles (California, Usa), una struttura residenziale in cemento armato su cui si aprono file di finestre. Tra i suoi progetti anche case prefabbricate, battezzate con nome "One plus two" e un progetto per una città del futuro "Rush City Reformed". Risale al 1927 la pubblicazione del suo volume "Wie baut America" e l'incarico di costruire a Los Angeles Casa Lovell (1927/29), il cui scheletro d'acciaio viene eretto nel breve arco di tempo di quaranta ore. Tra il 1928 e il 1929 Neutra fonda l'Academy of Modern Art a Los Angeles, dove insegna architettura. Dal 1930 al 1932 impegnato nella costruzione della sua casa, la "Van der Leeuw Research House". Si dedica in seguito alla sperimentazione di nuove tecniche e materiali costruttivi, realizzando l'abitazione di Josef Von Stenberg a San Ferdinando Valley (California, Usa) caratterizzato da muri esterni metallici circondati da uno specchio d'acqua. L'acqua è un elemento importante delle costruzioni di Neutra. Negli anni della seconda guerra mondiale, l'impossibilità di disporre di materiali moderni, spinge Neutra all'uso di legno di sequoia, mattoni e vetro per la costruzione di Casa Nesbitt a Los Angeles e (1942) del Channel Heights Estate a San Pedro (California, Usa). Neutra lavora anche, in collaborazione con Robert Evans Alexander, a progetti per opere pubbliche di più ampio respiro, come chiese, scuole e negozi. Tra questi, la scuola elementare di Kester Avenue a Los Angeles (1953), la Cappella Miramar nel 1957 a La Jolla (California, Usa) e semprenel 1957 il palazzo della Ferro Chemical Company a Cleveland (Ohio, Usa) con pensilina e sottili supporti, destinati questi ultimi a divenire un elemento caratteristico del suo stile architettonico. La sua idea di un'architettura dal volto umano si ritrova nel suo libro "Survival through Design", pubblicato nel 1956.

© 1987–2013 Agenzia Calendario | Partita IVA 09085210152 | Contatti
Powered by Energia Web | Hosting by Jonata Ltd