Blog | Privacy |
in tw

News
Lunedì 06 Aprile 2020
Nasce la Chiesa Mormone

Il 6 aprile 1830 a Fayette (New York), Joseph Smith con altre cinque persone organizza ufficialmente, secondo le leggi dello Stato, la Chiesa di Cristo (Church of Christ). Il 3 maggio 1834 il nome muta in Chiesa dei Santi degli Ultimi Giorni (Church of Latter-day Saints). Il 26 aprile 1838 il nome ufficiale diventa Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (Church of Jesus Christ of Latter-day Saints). Meglio conosciuta come mormonismo o Chiesa mormone, la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, è una confessione religiosa cristiana presente in oltre 150 nazioni e con sede principale a Salt Lake City (Utah, Usa). La Chiesa oltre alla Bibbia ammette nel suo canone scritturale il Libro di Mormon, Dottrina e Alleanze e la Perla di Gran Prezzo. Alla morte di Smith avviene uno scisma: la maggior parte dei mormoni segue Brigham Young, che pochi anni dopo colonizza gli Stati dello Utah, Nevada, Idaho e Arizona. I mormoni che non seguono Brigham Young rimangono nelle praterie e sotto la guida di Sydney Rigdon e di altri leader, formano altre confessioni religiose mormoni che per la maggior parte esistono ancora, pur con un numero di appartenenti piuttosto esiguo. Per oltre un quarantennio la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni pratica ufficialmente la poligamia, ma viene interrotta definitivamente nel 1890 anno in cui, in seguito a una rivelazione ricevuta dall’allora Presidente Wilford Woodroff, la Chiesa pubblica una dichiarazione formale di rinuncia a tale pratica conosciuta come il Manifesto. Dopo aver assunto questa posizione la Chiesa scomunica coloro che non osservano tale dictum. Le organizzazioni poligame maggiori sono circa una decina e nessuno di questi gruppi, o dei loro aderenti, ha legami di nessuna natura con il mormonismo, o Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni.

© 1987–2013 Agenzia Calendario | Partita IVA 09085210152 | Contatti
Powered by Energia Web | Hosting by Jonata Ltd