Blog | Privacy |
in tw

News
Giovedì 02 Aprile 2020
Nasce il celebre e prolifico romanziere Emile Zola

Il 2 aprile 1840 a Parigi (Francia) nasce il romanziere Emile Zola, tra i maggiori esponenti del naturalismo. Figlio di un ingegnere italiano, rimane orfano a sette anni e vive la propria infanzia ad Aix-en-Provence(Francia). Trasferitosi a Parigi (Francia) con la madre, interrompe gli studi e comincia a lavorare presso la casa editrice Hachette e a fare il giornalista. Dopo il primo libro "Teresa Raquin" (1867), elabora un grande ciclo di romanzi, "I Rougon-Macquart" (1871-1893), che pongono le basi del naturalismo e in cui la storia di una famiglia proletaria con la tara dell'alcolismo, rappresenta simbolicamente la disgregazione morale della Francia contemporanea. Tra i venti romanzi del ciclo vi sono "La fortuna dei Rougon" (1871), "Il ventre di Parigi" (1873), "La conquista di Plassans" (1874), "L'ammazzatoio" (1877), "Nanà" (1880), "Germinal" (1885, il suo capolavoro), "La bestia umana" (1890) e "La disfatta" (1892). Contribuì al manifesto del naturalismo, "Le serate di Médan" (1880), contenente scritti di Zola, di Maupassant, di Alexis, di Hénrique e di Huysmans. Xzola interviene a sostegno dell'innocenza dell'accusato nell'affare Dreyfus, scrivendo l'articolo "J'Accuse!" (1898), per il quale viene accusato e costretto a fuggire in Gran Bretagna, ma che causa la revisione del processo. Scrive anche il ciclo "Le tre città: Lourdes, Roma, Parigi" (1894-1898) e tre libri del ciclo "Quattro Vangeli" (1899-1903). Zola muore il 29 settembre 1902 a Parigi.

© 1987–2013 Agenzia Calendario | Partita IVA 09085210152 | Contatti
Powered by Energia Web | Hosting by Jonata Ltd