Blog | Privacy |
in tw

News
Venerdì 05 Agosto 2016
Va in vacanza il 68% degli italiani e le partenze sono concentrate per il 65% tra agosto e settembre.

Tra agosto e settembre si muoverà il 65% dei vacanzieri italiani, che quest’anno saranno poco meno del 70% dell’intera popolazione. Da quanto emerge dall’indagine dell’Adoc, infatti, il 68,7% ha dichiarato di andare in vacanza quest’estate, a fronte di un 31,3% che non ha intenzione o possibilità di partire. Le motivazioni per la mancata partenza sono prettamente economiche (nell’81,2% dei casi) legate a risorse finanziare insufficienti per permettersi una vacanza. Tra i partenti, è l’Italia ad essere la regina della preferenze, dato che il 68,1% opta per rimanere nel Bel Paese, contro il 31,9% che ha deciso di trascorrere le sue vacanze all’estero. Per quanto riguarda le vacanze all'estero, l’Europa del Sud e Mediterranea (Spagna, Grecia, Portogallo, Croazia) è la meta preferita dal 29,4% dei partenti, seguita dalla Scandinavia, che raccoglie il 21,6% dell’interesse. Rimanendo in Europa, i Paesi dell’Est conquistano il 15,7% delle preferenze, mentre i Paesi mitteleuropei il 13,7%. Oltre oceano spicca la preferenza per il Nord America (11,8%) e il Sud America (5,9%). In Italia il podio è così suddiviso: Sicilia al primo posto con il 19,4% delle preferenze, seguita da Puglia (13%) e Trentino Alto-Adige (12%). Buone performance anche per il Lazio (10,2%), Calabria e Toscana (entrambe 8,3%), Sardegna e Umbria (7,4%). Più staccate le altre regioni, con il fanalino di coda Lombardia (1,9%).  In merito alla meta presecelta, le località balneari hanno ottenuto il 65% delle preferenze, seguite dalle città d’arte (33,1%). Più staccate le località montane (22,9%) e quelle di campagna/collina (20,4%). Per quanto inriguarda invece la tipologia, le preferenze maggiori vanno per la vacanza a base avventura e immersione nella natura (42,3%), seguita dalla vacanza ideale per le famiglie (39,1%). Una vacanza centrata sul relax e sul benessere conquista il 35,3% delle preferenze, mentre la vacanza culturale il 34% delle scelte. La consuetudine vuole poi che agosto sia il mese estivo preferito per le partenze, con il picco di partenze nel periodo che va dal 1° al 15 agosto (50%), seguito dal periodo immediatamente successivo, che va da Ferragosto alla fine del mese (38%). E’ importante notare come la coda dell’estate, ovvero la prima metà di settembre abbia raccolto un dignitoso 15,2% di preferenze. Anche qui è una scelta legata ad esigenze economiche, dato che in questo periodo inizia la bassa stagione, con prezzi più abbordabili. La media di notti fuori di casa è pari a 9,5. Il 33,8% dei turisti rimarrà fuori casa tra le 5 e le 10 notti, il 22,9% tra le 3 e le 5 notti mentre il 19,7% dormirà fuori tra le 10 e le 15 notti. Il budget medio a disposizione è pari a 1.181 euro. Nello specifico, il 30,4% dei partenti ha un budget tra i 1.000 e i 2.000 euro, mentre il 26,6% ha a disposizione una somma tra i 500 e i 1.000 euro. Tra i 300 e i 500 euro è il budget per il 22,8% dei partenti, mentre il 10,8% può spendere tra i 2.000 e i 5.000 euro. Poco meno del 9% ha a disposizione una cifra inferiore ai 300 euro mentre solamente un fortunato 0,6% dispone di un budget superiore a 5.000 euro. Quanto alle strutture ricettive a fare la parte del leone è la soluzione dell’appartamento (scelta nel 30,6% dei casi), seguita dagli hotel fino a 3 stelle, che incontrano il 21,7% delle preferenze. Incontra un ottimo gradimento il Bed&Breakfast (19,1% di scelte), una soluzione economica ma confortevole. Anche il campeggio (15,3%) e l’home-sharing (12,1%) come Airbnb hanno un buon appeal sugli italiani, come anche l’agriturismo (12,1%). Perde posizioni il villaggio turistico, che riceve solo l’8,3% delle preferenze mentre era preventivabile che la soluzione più lussuosa, l’hotel con più di 4 stelle, incontri le scelte di solo il 7% degli italiani. Il mezzo di trasporto utilizzato per andare e muoversi in vacanza, fa la voce grossa l’auto di proprietà, utilizzata dal 52,9% dei partenti, soprattutto per chi le vacanze le trascorre in Italia. Il secondo mezzo preferito è l’aereo, con il 30,6% delle preferenze, scelta quasi ineludibile in caso di vacanza all’estero. Seguono il treno (14,6%), l’auto a noleggio (12,7%) e la nave (8,3%). Più staccata ma non meno interessante è la scelta di chi in vacanza ci va con il camper (3,8%). Un modo alternativo e, probabilmente, più economico e autonomo, di trascorrere le proprie vacanze.

 

© 1987–2013 Agenzia Calendario | Partita IVA 09085210152 | Contatti
Powered by Energia Web | Hosting by Jonata Ltd