Blog | Privacy |
in tw

News
Mercoledì 03 Agosto 2016
Sprechi alimentari è legge: Adoc la ritiene una rivoluzione culturale

E’ stata definitivamente approvata la legge contro gli sprechi farmaceutici e alimentari attraverso la donazione e distribuzione per fini di solidarietà sociale. L’Adoc plaude all’iniziativa, in grado di dare il via a una vera e propria rivoluzione culturale. “E’ un’ottima notizia l’approvazione, anche al Senato, della legge anti-sprechi, che sia il primo passo per una vera e propria rivoluzione culturale per il Paese, che coinvolga tutta la filiera agroalimentare, dal produttore al consumatore agli intermediari – dichiara Roberto Tascini, Presidente dell’Adoc – siamo convinti infatti che per vincere la battaglia contro gli sprechi alimentari serva un radicale cambio di mentalità. Stiamo entrando finalmente nell’ottica che sprecare il cibo non è più sostenibile, sia a livello economico, etico e di tutela dell’ambiente. Ben vengano, quindi, disposizioni in merito all’uso dell’esubero delle produzioni e la loro destinazione agli indigenti, nonché all’incentivazione dello strumento della “family bag”, per cui siamo favorevolissimi, ma occorre anche puntare l’attenzione sulla necessità di adottare un cambiamento radicale nelle scelte di consumo e dello stile di vita. Le famiglie italiane, autonomamente, hanno già avviato un percorso di riduzione degli sprechi, ma devono essere incoraggiate e aiutate, al fine di ridurre ulteriormente gli sprechi. Negli ultimi 5 anni la percentuale di prodotti alimentari sprecati a casa da una famiglia è scesa del 6%, secondo le nostre stime. Ad oggi una famiglia spreca circa il 7% di quanto spende per la spesa alimentare. A fine anno il conto di quanto si è sprecato ammonta a poco più di 380 euro, quasi l’equivalente di un mese di spesa, considerando che una famiglia composta da due adulti e un bambino spende in media 457 euro al mese per il proprio fabbisogno alimentare. E’ un primo passo, ma serve la collaborazione di tutti i soggetti della filiera affinché si raggiunga l’obiettivo “zero sprechi”. L’Adoc, che della battaglia agli sprechi alimentari ne fa una ragione d’essere, è fin da oggi disponibile a fornire la sua collaborazione per ogni azione e iniziativa mirata alla riduzione degli sprechi.”

© 1987–2013 Agenzia Calendario | Partita IVA 09085210152 | Contatti
Powered by Energia Web | Hosting by Jonata Ltd