Blog | Privacy |
in tw

News
Giovedì 25 Febbraio 2016
In Italia le bollette care e i redditi bassi, inferiori del 25% rispetto a media europea

Quanto pesano i costi di casa, in particolare di affitti e bollette, per le famiglie italiane? Secondo un’indagine dell’Adoc queste spese assorbono mediamente il 37,9% del reddito di una famiglia, il 4,8% in più della media europea. La causa è principalmente il basso reddito dei lavoratori italiani, inferiore del 25% rispetto alla media europea, nonostante i costi di affitto siano più bassi mediamente di 100 euro mensili. “La casa rappresenta una spesa enorme, quasi ingestibile per le famiglie italiane, a differenza di quanto accade nel resto d’Europa – dichiara Roberto Tascini, Presidente dell’Adoc – mediamente i costi di affitto e bollette assorbono il 37,9% del reddito disponibile netto mensile, quasi il 5% in più della media europea. Per quanto concerne i costi di affitto, in Italia si spendono al mese circa 100 euro in meno rispetto alla media europea, ovunque tranne che in Spagna i costi sono più alti. Ma la differenza è che ogni mese la rata d’affitto “sottrae” quasi un terzo delle entrate famigliari, mentre ad esempio in Germania l’impatto non supera il 23%, poco meno di un quarto. Se gli affitti sono bassi le bollette sono invece molto più care, in Italia si spendono in media quasi 160 euro al mese contro i 145 euro della media europea. In Germania, Spagna, Francia e Svezia i costi sono molto più contenuti. Nel nostro Paese luce, acqua, gas e rifiuti impattano per oltre il 6% sul reddito mensile, in Svezia solo il 2,5%. Ma il vero problema è la bassa disponibilità reddituale, lo stipendio netto medio è inferiore di un quarto alla media europea, in Germania si guadagna il 40% in più, in Gran Bretagna oltre il 50% in più. E’ evidente che questo si traduce in un impatto reddituale maggiore delle spese, comportando per molte famiglie l’impossibilità di avere una casa. Anche le spese per l’acquisto di una casa sono impegnative, il prezzo medio al mq di un appartamento in periferia è superiore dell’8% rispetto alla media europea, in Germania si spende il 44% in meno al metro quadro, in Olanda il 20% in meno”.

© 1987–2013 Agenzia Calendario | Partita IVA 09085210152 | Contatti
Powered by Energia Web | Hosting by Jonata Ltd