Blog | Privacy |
in tw

News
Venerdì 30 Ottobre 2015
Sono importanti le relazioni economiche tra Italia e i Paesi del Mediterraneo.

È stato presentato oggi, presso la sede del Banco di Napoli, il  Quinto Rapporto Annuale di SRM su “Le Relazioni Economiche tra l'Italia e il Mediterraneo”. Il convegno è stato aperto dal presidente del Banco di Napoli, Maurizio Barracco e dal presidente di SRM, Paolo Scudieri. A seguire Massimo Deandreis, direttore generale di SRM, e Alessandro Panaro, Responsabile degli Osservatori “Maritime and Mediterranean Economy” hanno presentato i risultati del Rapporto che quest’anno, oltre che alle relazioni commerciali ed alla presenza delle imprese italiane in questi mercati, punta ad analizzare anche le dinamiche dei traffici marittimi e l’importanza che alcune grandi infrastrutture – come il raddoppio del Canale di Suez – possono avere sull’intero assetto geo-economico del Mediterraneo. Questo obiettivo di analisi ha portato SRM ad allargare il suo ambito di attenzione anche ai Paesi del Golfo che svolgono un ruolo sempre più centrale sia per la loro funzione di hub marittimo-portuale, sia per il crescente rilievo delle loro economie. I temi e gli spunti emersi dal rapporto di SRM sono poi stati discussi nella tavola rotonda "Industria, export, logistica, portualità. Le sfide per un Mezzogiorno al centro del Mediterraneo" moderata da Alessandro Barbano, direttore de “Il Mattino” alla quale hanno partecipato: Antonio Ascari, Sales Director Maersk Line; Alessandro Laterza, Vicepresidente Confindustria Mezzogiorno e Politiche Regionali; Maurizio Massari, Ambasciatore d’Italia in Egitto; Pasqualino Monti, Presidente Assoporti; Riccardo Monti, Presidente ICE; Marco Simonetti, Vicepresidente Contship italia Group; Marco Zigon, Presidente GETRA Group. Ha concluso i lavori il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio.

© 1987–2013 Agenzia Calendario | Partita IVA 09085210152 | Contatti
Powered by Energia Web | Hosting by Jonata Ltd