Blog | Privacy |
in tw

News
Mercoledì 29 Luglio 2020
Muore l'ex cancelliere Bruno Kreisky

Il 29 luglio 1990 muore a Vienna (Austria) l'ex cancelliere Bruno Kreisky. Kreisky nasce il 22 gennaio 1911 a Vienna, esponente di spicco del Partito socialdemocratico, proveniente da una ricca famiglia ebrea, aderisce giovanissimo al Partito socialista (SPÖ). Nel 1934 il regime conservatore di Engelbert Dollfuss dichiara il partito illegale; Kreisky fonda la Gioventù rivoluzionaria socialista ma viene imprigionato (1935-36) e condannato per alto tradimento (1936). Nel 1938, subito dopo l'Anschluss, viene inviato dai nazisti in un campo di concentramento, dal quale però riesce a fuggire. Rifugiatosi in Svezia, conosce Willy Brandt, e il suo pensiero politico si avvicina alla socialdemocrazia. Nel 1955 Kreisky ha un ruolo decisivo nei negoziati che ripristinano la sovranità dell'Austria e ne definiscono la politica di neutralità permanente. E' ministro degli Esteri dal 1959 al 1966 e cancelliere dal 1970 al 1983. Sotto il suo governo, l'Austria risolleva la propria economia e il tasso di disoccupazione diminuisce sensibilmente. In politica estera, Kreisky si impegna per la distensione dei rapporti fra Est e Ovest, e interviene con azioni diplomatiche per favorire le trattative di pace in Medio Oriente.

© 1987–2013 Agenzia Calendario | Partita IVA 09085210152 | Contatti
Powered by Energia Web | Hosting by Jonata Ltd